picone lega municipio xii

Comunicati stampa

MUNICIPIO XII - FDI-AN: PROVVEDIMENTI AD PERSONAM PER COPRIRE INCOMPATIBILITA’

Scritto da Super User. Inserito in comunicati stampa.

La storia del consigliere incompatibile al Municipio XII si complica giorno dopo giorno. Con il fine esclusivo di prendere tempo il M5S al Municipio XII sta continuando a violare la legge perchè mentre il consigliere Di Camillo ha messo in scena un’auto-sospensione che non è prevista, il M5S non ha ancora avviato l’iter per la decadenza di Di Camillo, così come previsto dalla legge. Nel frattempo abbiamo ricevuto notizie di pressioni esercitate dal M5S sugli uffici per ottenere un qualche parere. Ebbene, quale autorevolezza può avere un parere reso da qualsiasi organo od ufficio di un’amministrazione che per 9 mesi si è resa responsabile di non aver affrontato un’incompatibilità da risolvere in poche ore? In verità gli unici organi che contano in questa vicenda sono il consiglio, guidato da un M5S che lo usa ad personam, il prefetto ed il Tribunale di Roma.

 

La normativa è chiara: il Testo Unico Enti Locali sanziona con la decadenza la condizione di incompatibilità, stabilendo che la cessazione dalle funzioni deve avere luogo entro dieci giorni dalla data in cui è venuta a concretizzarsi la causa. Per questo motivo prevede che il consiglio si riunisca subito e con una votazione di una delibera conceda un termine di 10 giorni per eliminare la causa di incompatibilità o per consentire al consigliere di presentare delle osservazioni.

Nei successivi 10 giorni il consiglio si riunisce di nuovo per dichiarare la decadenza del consigliere. E’ prevista altresì la possibilità che ogni cittadino, o anche il prefetto, possa rivolgersi al tribunale civile per la cosiddetta azione popolare prevista dall’art. 70 del TUEL. Accertata l’incompatibilità, il tribunale lo dichiara decaduto. Insomma, come il senato ha protetto Minzolini, anche il consiglio del Municipio XII protegge Di Camillo. Una situazione vergognosa e senza precedenti.

Così in una nota i consiglieri del gruppo di Fratelli d'Italia Giovanni Picone, Marco Giudici e Francesca Grosseto

 

MUNICIPIO XII, SANTORI (FDI) “SINDACA RAGGI NON PUO’ TACERE SU CASO DI CAMILLO”

Al Municipio XII si è aperta l'ennesima questione di trasparenza del M5S, più attento a tutelare se stesso che ad occuparsi del territorio. Avevamo ragione a sollevare dubbi sul possibile conflitto d’interessi per il presidente del consiglio del XII Municipio, Di Camillo, titolare di una società che gestisce un nido privato a poca distanza da quello pronto, ma ancora chiuso, in via Aquilanti a Massimina. La sua autosospensione dal ruolo di presidente d’Aula è la dimostrazione di come quella situazione sia quanto meno inopportuna e tenuta probabilmente all’oscuro di tutti. Dubbi che non abbiamo avuto solo noi, e che hanno costretto Di Camillo a una ‘pausa’ dalla sua carica istituzionale. Per vederci chiaro sulla questione, abbiamo scritto una nota al Segretariato generale, all’Avvocatura comunale e alla Sindaca Raggi perché pretendiamo un documento ufficiale che chiarisca questa incresciosa condizione di possibile incompatibilità istituzionale. Non ci accontenteremo di voci assolutorie, e continueremo a chiedere pronunciamenti ufficiali che riteniamo imprescindibili per ovvi motivi di trasparenza e responsabilità.

Su questa vicenda il Campidoglio non può far finta di nulla perché il protrarsi della chiusura del nido pubblico di via Aquilanti a Massimina sta comunque arrecando un danno a genitori e ai bambini del territorio di cui l’amministrazione municipale del M5S dovrà assumersi le responsabilità. Mentre tutto il quadrante ovest di Roma cade in uno stato di degrado e di incuria grave, i governanti pensano ad altro: dai deputati ai politici locali tutti sono orientati alla propria sopravvivenza . E’ una scena che abbiamo già visto con il peggiore Pd e che speravamo di non vedere più. E’ quanto dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia

Sede territoriale

  • Roma
    Piazza Merolli 44, 00151
  • Tel./Fax: 06.6534609

Social